Allattare un bambino grandicello - ma perché mai?!!

Scaricare documento Word:


Autore: Dott. Jack Newman MD FRCPC
Titolo originale "Nursing a toddler - why on earth!"

Sempre più donne oggi allattano i loro bambini e sempre di più sono anche quelle che scoprono di gioire allattando, tanto da continuare più a lungo dei pochi mesi che inizialmente pensavano. L'UNICEF incoraggia da molto tempo ad allattare per due anni e più e l'Accademia dei Pediatri Americani incoraggia ora le mamme ad allattare almeno per un anno e dopo, per tutto il tempo che madre e bambino lo desiderano. Addirittura la Canadian Paediatric Society ha messo nell'ultima dichiarazione che le mamme possono allattare per due anni o pi¨ e Health Canada ha pubblicato una dichiarazione simile a quella dell'UNICEF. Fino a tempi recenti allattare per tre o quattro anni e stato in uso nella maggior parte del mondo ed è ancora oggi comune in tante società allattare bambini più grandicelli.

Perché si dovrebbe allattare dopo i sei mesi?

Perché madri e bambini spesso trovano molto piacevole l'allattamento. Perché interrompere una relazione che regala serenità? Continuare ad allattare e anche sano e fa bene alla madre e al bambino.

Ma si sente dire che il latte materno non ha più valore dopo i sei mesi.

Questo si dice, forse, ma non è vero. Che qualcuno (anche pediatri) possa affermare una cosa simile dimostra soltanto quanto è poco informata tanta gente, per quanto riguarda l'allattamento materno. Il latte materno è dopo tutto, sempre latte. Anche dopo sei mesi contiene ancora proteine, grassi ed altri importanti ed appropriati elementi nutrizionali di cui i bambini hanno bisogno. Il latte materno contiene fattori immunologici che aiutano a proteggere il bambino. Infatti, alcuni di questi fattori immunologici sono presenti in quantità più elevata nel secondo anno di vita rispetto al primo. Ciò dev'essere così, perché i bambini più grandi di un anno sono generalmente più esposti alle infezioni. Il latte materno contiene fattori di crescita che aiutano il sistema immunitario, il cervello, l'intestino ed altri organi, a svilupparsi e a maturare.
E' stato dimostrato che bambini che frequentano l'asilo e che vengono ancora allattati al seno, si ammalano molto meno e in modo meno grave di quelli che non vengono allattati. Perciò una madre sottrae meno tempo al suo lavoro se continua ad allattare, una volta tornata ai suoi impegni.
E' interessante notare che le compagnie di latte artificiale reclamizzano l'uso del loro latte (che è una copia piuttosto imperfetta di quello vero) per un anno, mentre l'originale (dal quale viene copiata la copia imperfetta) dovrebbe essere valido soltanto per sei mesi o addirittura meno ("il migliore alimento per neonati"). Troppi pediatri ripetono questo ritornello.

Ho sentito che i fattori immunitari non permettono al bambino di sviluppare il proprio sistema immunitario, se si allattano per più di sei mesi.

Questo non è vero; anzi, è assurdo. E' incredibile come nella nostra società così tanta gente cerca in tutti i modi di mutare i vantaggi dell'allattamento in svantaggi. Noi vacciniamo i nostri bambini in modo che loro possano difendersi dalle infezioni reali. Anche il latte materno aiuta il bambino a combattere le infezioni.
Quando il bambino si difende da queste infezioni diventa immune. Naturalmente!

Ma io vorrei che il mio bambino diventasse indipendente.

E allattare fa diventare dipendenti i bambini grandicelli? Non ci credete. Il bambino che prende il latte materno finché non si svezza da solo (normalmente fra i due e i quattro anni), è generalmente più indipendente e, questa è forse la cosa più importante, più sicuro nella sua indipendenza. Ha ricevuto conforto e sicurezza dal seno, finché LUI era pronto per fare il passo di smettere da solo. E quando smette, sa di avere chiuso un capitolo, che lui ha superato da se. E' un passo importante nella sua vita.

Spesso spingiamo i nostri bambini a diventare 'indipendenti' troppo presto. A dormire da soli, a svezzarsi, a stare senza i genitori, a fare tutto da solo troppo presto. Non siate impazienti, e il bambino diventerà indipendente anche troppo presto. Perché tutta questa fretta? Presto lasceranno la casa. Vorreste che la lasciassero a 14 anni? Se un bisogno viene soddisfatto, sparisce. Se un bisogno non viene soddisfatto (come quello di essere allattati e di stare vicini alla mamma), rimane per anni, a volte anche fino all'adolescenza.

Certo, in alcune situazioni l'allattamento può diventare una relazione di troppa dipendenza. Ma lo stesso può succedere con il cibo, e con il training per andare sul vasino. Il problema non sta nell'allattamento. Qui il problema è diverso.

Che altro c'è da dire?

Probabilmente l'aspetto più importante dell'allattare un bambino più grande non è il beneficio nutrizionale o immunologico, per quanto importante sia. Probabilmente l'aspetto più importante nell'allattare un bambino "grande" è il rapporto speciale che si crea fra madre e bambino. L'allattamento è un atto d'amore, un atteggiamento positivo verso la vita. Questo continua quando il bambino diventa più grande. Chiunque osservi, senza pregiudizi, un neonato o un bambino più grande che sta prendendo il latte dal seno della mamma, può constatare che c'è qualcosa di quasi magico, qualcosa di speciale, qualcosa che va molto oltre l'esigenza di cibo. Un bambino più grande farà qualche pausa per ridere spontaneamente e per nessun motivo apparente. Il suo piacere nel succhiare il latte dal seno va molto oltre ad una fonte di cibo. E se una madre se lo permette, allattare diventa anche per lei una fonte di piacere, che è più del piacere di procurare cibo. Certo, non è sempre facile, ma che cosa lo è? Ma quando lo è, vale veramente la pena.

Quando il bambino si ammala o si ferisce (e questo succede quando incontra altri bambini e diventa più coraggioso), quale modo più facile per confortare il bambino che non allattarlo? Al reparto del pronto soccorso spesso si incontrano madri che camminano su è giù lungo il corridoio con i loro neonati non allattati, per consolarli, spesso senza successo, mentre le madri che allattano, stanno sedute tranquillamente con i loro bambini confortati, anche se non necessariamente felici. Una madre conforta il proprio bambino quando questi è malato con il seno e il bambino conforta la madre con l'allattamento.

Ultima modifica: gennaio 2005

Copyright by Jack Newman MD FRCPC
Può essere stampato per uso personale oppure per scopi educativi senza ulteriore permesso; Per l'utilizzo in altre pubblicazioni si contatti l'autore via e-mail: drjacknewman@sympatico.ca

Traduzione a cura di Ulrike Schmidleithner - info ( at ) allattiamo.it -
La pagina originale in inglese si trova qui.




Stampa in pdf


mappa home indice Newman Dettwyler autori vari cultura esperienze libro degli ospiti

copyright © Ulrike Schmidleithner - info ( at ) allattiamo.it - 1999 - 2013 tutti i diritti riservati